Canon EOS M

By : | 0 Comments | On : settembre 20, 2012 | Category : Macchine Fotografiche

EOSM-70-200

EOS M


Dopo mesi di totale assenza da questo segmento di mercato, ecco finalmente che a ottobre 2012 arriverà sul mercato la nuova mirrorless di casa Canon, la EOS M.

Questa fotocamera dalle dimensioni davvero ridotte (LxAxP 108,6×66,5×32,3mm) monta lo stesso sensore che Canon ha destinato alla sorella maggiore EOS 650D, un potente processore DIGIC 5 e un CMOS da 18,5 Mega pixel dotato dell’innovativa tecnologia “Hybrid CMOS”;  questo nuovo sistema permette, grazie ad alcune centinaia di pixel mascherati nel sensore, di ottimizzare la velocità e la precisione della messa a fuoco automatica.

L’Hybrid AF consente a questo nuovo gioiello di casa Canon di competere, in termini di velocità, con le reflex EOS di fascia superiore. Nelle normali fotocamere compatte i sistemi AF si basano esclusivamente sull’analisi del contrasto per determinare il punto di messa a fuoco; questo tipo di autofocus offre un’elevata qualità a discapito però delle performance, mentre sulle reflex digitali vengono montati sensori a rilevamento della fase in grado di mantenere a fuoco anche i soggetti in movimento e di fornire un auto focus decisamente più rapido grazie alla loro capacità di analisi e previsione. Questa tecnologia fino ad oggi non era compatibile con la modalità Live View ampiamente utilizzata sulle compatte prive sia di specchio che di mirino. La tecnologia Hybrid AF della nuova EOS M, grazie ai pixel dedicati riesce a combinare il meglio dei due sistemi, effettuando in primis un’analisi di fase per una iniziale messa a fuoco, per poi passare all’analisi di contrasto per offrire un’ elevata precisione. Questa tecnologia, in condizioni di luce ottimale, si può tranquillamente equiparare al sistema di rilevamento della fase delle reflex, ma in condizione di scarsa luminosità perde molta della sua efficacia.

Va comunque precisato che il raffronto con le normali compatte e i concorrenti nel medesimo segmento vede la nuova EOS M spuntarla da fuoriclasse; anche in fare di ripresa video l’hybrid AF offre un netto miglioramento rispetto al passato.

Un altro punto di forza di questo modello è il fantastico display touch screen da 3” presente sul dorso della macchina. Uguale a quello usato per la EOS 650D, la reattività di questo LCD Clear View II tattile è davvero ottima e una volta che ci siamo abituati, non fa rimpiangere l’uso dei pulsanti fisici; si interagisce molto velocemente con tutti i settaggi che possiamo definire davvero a “portata di dito”!

L’unica pecca che ci sentiamo di evidenziare nell’utilizzo dei questo display è unicamente per i clienti Canon dotati di mani grosse con dita grandi, che potrebbero trovare un po’ scomodo l’utilizzo della modalità touch, soprattutto per via dell’assenza del mirino ottico che obbliga ad inquadrare tramite l’LDC.

La ghiera elettronica a quattro vie presente alla destra del touch screen, date le dimensioni potrebbe soffrire della stessa critica.

Nella parte alta della fotocamera troviamo oltre al pulsante di accensione un microfono stereo per l’acquisizione dell’audio in fase di ripresa video, il selettore a tre opzioni “Full Auto, Foto e Video” e il pulsante di scatto.

Un difetto di questa macchina fotografica è la totale assenza di flash incorporato ma non temete, la confezione kit dovrebbe venire commercializzata con l’obbiettivo EF-M 18-55mm f/3.5-5.6 IS STM e il flash Canon Speedlite 90EX  esterno di ridotte dimensioni ma notevole potenza. Quest’ultimo rispetto ai flash integrati vi offrirà performance decisamente migliori e può attivare fino a  3 flash slave grazie al trasmettitore wireless integrato.

Oltre al 18-55mm sarà anche possibile acquistare un’ottica “pancake” 22mm f/2 STM e un anello che consentirà di montare tutte le ottiche EOS EF e dotato di attacco a vite per il treppiedi.

L’ultima nota che ci sentiamo di fare in merito alla nuovissima EOS M è che mantiene il fattore di crop di 1,6x come per le reflex di fascia amatoriale e semi professionale che montano sensori della medesima dimensione.

SCHEDA TECNICA

Sensore: CMOS da 22,3×14,9mm e 18,5 Mega pixel

Processore: DIGIC 5

Attacco Obbiettivo: EOS M con anello adattatore per EOS EF e EF-S

Punti AF: Hybrid CMOS AF System a 31 punti AF

ISO: 100 – 12800 in modalità ISO AUTO da 100 – 6400 (Espansa fino a 25600)

Velocità otturatore: 30 – 1/4000sec con incrementi di 1/2 – 1/3 di stop

Scheda di Memoria: SD/SDXC/SDHC

Formato file: JPEG, Raw, S-Raw, M-Raw e RAW+JPG

Dimensione Immagine Massima: 5184 x 3456

Formato Video: Full HD 1920×1080 a 24, 25 o 30fps – HD 1280×720  a 50 o 60fps

Modalità esposimentro: Valutativa, Parziale al centro, Spot, Media presa al centro

Mirino: Assente

LCD: 3” Clear View II touch screen da 1040K pixel

Live View: Si

Raffica Max: Circa 4,3 fps per 17 JPEG o 6 RAW

Peso: 298g solo corpo macchina

Inserisci un Commento