Dove scattare foto a Perugia

By : | 0 Comments | On : maggio 14, 2012 | Category : Foto in Città

fontana-maggiore-perugia-umbria1

Ricca di storia, di arte ed immersa nella natura, Perugia è una delle città più belle d’Italia: è impossibile non dedicare fotografie alle meraviglie del capoluogo.

Per quanto riguarda la natura di Perugia si possono ricordare la famosa Cascata delle Marmore (la più alta d’Europa e maggiore attrattiva naturale italiana), il Parco del Sole (oasi naturale, dove gli animali vivono in un habitat curato secondo le loro origini ed in totale libertà), la Foresta Fossile di Dunarobba (giacimento fossile vegetale ritrovato negli anni 70, che presenta numerosi tronchi di piante di ere antiche) ed il parco giochi “La Città Della Domenica” (giace su una verde collina poco distante dal centro). Poco distante da Perugia, nel comune di Alviano, è presente una palude dove è possibile praticare “birdwatching” tra pioppi e salici: questa Oasi WWF è habitat per più di 150 specie di uccelli. Grazie al percorso attrezzato è possibile appostarsi ed osservare cormorani, aironi, falchi e moltissimi altri uccelli migratori. E’ importante utilizzare obiettivi zoom e quanto più luminosi possibili, per arrivare a cogliere gli animali anche dai punti più lontani senza disturbarli.


Ricche di storia e fascino artistico sono le Basiliche e le Chiese: tutte di grande pregio, con decori ed architetture particolari, e la costruzione più antica risale almeno al 1200 (come il Monastero di Santa Giuliana). Per catturare, in uno shooting fotografico, immagini di grande valore è consigliabile l’uso di grandangoli: negli interni sarà necessario avere un’apertura di diaframma tale da rendere l’uso degli ISO e del flash secondari, mentre bisogna prestare attenzione agli esterni e alla quantità di luce naturale presente (se è molta, è meglio regolare medio-alti valori di tempo e diaframma). Trattandosi di soggetti statici, è possibile fare qualche prova per regolare i valori di scatto, senza alcuna fretta.

Elementi di rara bellezza ed impossibili da perdere sono la Fontana Maggiore (di epoca medievale, scolpita con bassorilievi che rappresentano le attività agrarie e religiose, i segni zodiacali e le arti liberali), l’Arco Etrusco (porta dell’antica cinta muraria del III° secolo) e la Rocca Paolina (forte cittadino costruito nel 1540 dopo la Guerra del Sale). Anche qui si consiglia largo uso di grandangoli, ancora meglio se zoom, in modo da poter scattare fotografie macro anche alle particolari decorazioni di questi monumenti.

Inserisci un Commento