Al di là del rettangolo, c’è molto di più da fotografare…

2012-10-25
NMP10551
Media voti utenti

(5 / 5)

5 5 2
Vota questo articolo

2 utenti hanno votato

Articoli correlati:
  • Pingdom-Speedtest

    Farsi conoscere nel mondo: SEO per fotografi

  • dw0403-6

    Come usare obiettivi grandangolari in modo efficace

  • Fotografo e modella: collaborazione TFCD

    Fotografo e modella: collaborazione TFCD o TFP

  • ballo sposi fotografo matrimonio Andrea Bagnasco

    Il fotografo di matrimonio, che senso ha?

  • ElisaGiorgett_PhotoEG_Winter_IMG_7311

    6 accorgimenti per fotografare meglio


Al di là del rettangolo

Quando pensiamo a una fotografia, vediamo un’immagine rettangolare. Focalizziamo la nostra visione fotografica vincolata in una cornice rettangolare con un rapporto di 3:2 (DSLR) o 4:3 (point-n-shoot). E ‘raro che un fotografo si discosti da questa visione rettangolare. Anche i pochi fotografi che utilizzano fotocamere formato quadrato, ritagliano poi il più delle volte le loro immagini e presentano il lavoro finale sotto forma di rettangolo.

Gli scienziati hanno stabilito che la visione naturale che un umano ha del mondo è un ovale orizzontale e in quanto tale, una cornice rettangolare orizzontale approssima meglio la nostra visione del mondo. Per cui non mi meraviglia che la maggior parte delle immagini siano composte in formato orizzontale – questo è il nostro modo naturale di vedere il mondo.

Il punto di questo articolo è semplice: se si vuole dare una scossa alle cose con le nostre fotografie, una delle cose più facili da fare è allontanarsi dalla visione rettangolare e orizzontale delle foto di tutti i giorni.

©Samanatha Chrysanthou – Flow Lake Trail, Kootenay NP

L’immagine qui sopra mostra il formato standard 3:2 usato dalla maggior parte delle fotocamere DSLR.

Rettangoli verticali

Le immagini verticali sono meno naturali e meno confortevoli per noi da vedere di quanto lo siano le immagini orizzontali. Un rettangolo verticale, semplicemente per il suo orientamento, crea una certa tensione visiva, ed è proprio questa tensione utilizzata dal fotografo che renderà la foto verticale ancora più potente. Molte persone preferiscono immagini verticali non troppo allungate, ad esempio, il rapporto 4:3 delle fotocamere point-n-shoot o quelle di medio formato si prestano meglio per la fotografia verticale che non quelle a formato 3:2 di 35mm.

Per rendere davvero un’immagine verticale con una fotocamera 35 mm, hai bisogno di un soggetto verticale (figura umana, alberi o edifici alti) oppure è necessario utilizzare soggetti con forti elementi di design che catturano l’occhio attraverso lo spazio in modo dinamico.

Per esempio nella foto qui sotto, il percorso di ghiaia e il corrimano creano una linea che conduce al lago e al grande abete sulla sinistra. Il senso di movimento in questa immagine è amplificato dal rettangolo verticale che conferisce una potente risonanza a questa foto.

©Samantha Chrysanthou – Johnson Lake, Banff NP

Quadrato

Il quadrato è uno dei formati più difficili in cui immortalare con successo una composizione perché è una forma molto stabile e simmetrica. Però se si dispone di uno scenario che si presta a una perfetta simmetria come un riflesso speculare di un lago oppure un fiore perfettamente circolare e simmetrico, allora una cornice quadrata funziona bene per amplificare questa simmetria.

E ‘difficile estrapolare una geometria visivamente efficace da un quadrato, che costringe l’attenzione degli spettatori al centro della cornice. Un modo per evitare questo problema è quello di utilizzare due differenti porzioni della composizione come lato destro e il lato sinistro della cornice per portare la foto in equilibrio simmetrico.

Per esempio, nella foto sottostante, la cornice quadrata è divisa a metà verticalmente con la canoa sul lato destro bilanciata dalla montagna sul lato sinistro. Inoltre la parte spaziosa di cielo in alto a destra viene equilibrata dalla parte di acqua e rocce in basso a sinistra.

©Darwin Wiggett – Lower Waterfowl Lake, Banff NP

Il modo più ovvio per avere immagini quadrate è quello di ritagliare immagini rettangolari e renderle quadrate perfette. Noi preferiamo non ritagliare via i pixel, ma costruire l’immagine perchè sia “a suo agio” all’interno di un quadrato. Per fare questo, prendiamo due fotografie rettangolari e le mettiamo assieme per formare un quadrato. Per esempio, nella foto qui sopra della canoa, abbiamo fatto un’immagine orizzontale della canoa e dei riflessi sull’acqua e un’altra immagine orizzontale della montagna e del cielo. Poi con Photoshop è stato facile unire le due immagini assieme usando i livelli e la miscelazione degli strati sui riflessi lungo la costa opposta del lago.

A volte useremo software panoramico cuciture per ottenere lo stesso risultato. Trovo che la funzione di merge delle foto all’interno di Photoshop CS5 o CS6 lavori incredibilmente bene per mettere insieme due immagini sovrapposte. La chiave per il successo di un immagine quadrata è quella di prestare attenzione alla composizione generale e poi bilanciare le forme ai vari lati della foto (unendo poi con photoshop ma avendo cura di utilizzare la stessa esposizione e sovrapponendo le due parti di fotografia con la massima precisione possibile).

©Samantha Chrysanthou – Goat Pond, Kananaskis Country

Nella foto qui sopra, le rocce in primo piano in basso a destra vanno a bilanciare visivamente le cime che si vedono in alto a sinistra.

Rettangoli lunghi e sottili – il panorama orizzontale

Molti fotografi rendono le immagini panoramiche, ovvero foto che hanno un riquadro rettangolare di formato almeno 2:1 o più. Il panorama orizzontale replica il modo in cui vediamo il mondo, limitando la nostra visione in verticale e ci costringe a scrutare l’orizzonte da lato a lato. Perchè un panorama possa sortire i risultati ottimali, la sua composizione deve attirare l’occhio in una direzione e nell’altra del riquadro. Per esempio, nelle tre foto qui sotto vi sono variazioni della tonalità e soggetti che attirano l’occhio attraverso in un flusso orizzontale da sinistra a destra o da destra a sinistra.

©Samantha Chrysanthou – Kicking Horse River, Yoho NP

©Samantha Chrysanthou – Prairie storm at sunset, Cochrane, Alberta

©Darwin Wiggett – Barn and wind turbines, Trochu, Alberta

Rettangoli lunghi e sottili – il panorama verticale

Un altro modo per usare la panoramica rettangolare è utilizzarlo con orientamento verticale. Ci vuole un soggetto fortemente allungato per fare un panorama verticale di successo. Cercare forti linee verticali del paesaggio o del cielo per fare una buona panoramica verticale. Per esempio, nella foto sotto, le linee principali dei binari ferroviari attirano l’occhio verso l’orizzonte, fino alla linea di nubi nel cielo.

©Samantha Chrysanthou – Railroad tracks in the prairie, Saskatchewan

Nella prossima immagine in primo piano, l’albero pendente e le nuvole formano un zig-zag che fa rimbalzare l’occhio attraverso il riquadro dal basso verso l’alto.

©Darwin Wiggett – The Glory Hole, Jasper NP

Per creare panorami verticali, dobbiamo utilizzare principalmente la funzione di spostamento con lenti tilt-shift. Prendiamo quindi la fotocamera in formato verticale (ritratto) e spostiamo l’obiettivo verso il basso per ottenere un’immagine del primo piano poi spostiamo la lente per ottenere un’immagine dello sfondo e del cielo. A questo punto le due immagini si devono sovrapporre per il 20% o 30%. Dobbiamo poi prendere queste due immagini sovrapposte e fonderle in un unica immagine finale utilizzando il comando “Photo Merge” di Photoshop.

©Ghost Lake, Alberta

Il Cerchio

Come il quadrato, il cerchio funziona meglio con le immagini simmetriche, centrate e con soggetti che hanno una forma circolare. Ci piace anche scattare immagini circolari per le texture, per dargli una forma sferica come si vede nella foto qui sotto. La maggior parte dei programmi software di elaborazione immagine non permettono ritagli circolari, ma molti consentono di effettuare selezioni circolari. Per esempio, in Photoshop si usa lo strumento “circular marquee”  per applicare una selezione circolare (tenendo premuto il tasto shift mentre si utilizza lo strumento per vincolare le proporzioni di un cerchio perfetto).

Una volta che abbiamo il nostro cerchio selezionato, dobbiamo semplicemente invertire la selezione ed eliminare il resto dell’immagine e riempire lo spazio vuoto con il colore bianco. Quando l’immagine viene stampata su carta o in una rivista, l’area bianca assume il colore della carta da stampa o della rivista e l’immagine appare circolare.

©Darwin Wiggett

Conclusioni

Guarda il corpo dei tuoi lavori fotografici, se la maggior parte delle tue foto sono rettangoli orizzontali, allora potrebbe essere il momento di dare una scossa al modo di presentare i tuoi scatti al mondo. Andare oltre il rettangolo potrebbe portare le vostre immagini al di là del prevedibile. Dai una svolta alle tue foto, dopo tutto…è bello essere un quadrato!

©Darwin Wiggett – Whitegoat Lakes, Kootenay Plains, Alberta

 

Per maggiori informazioni: www.oopoomoo.com

Commenti

Inserisci un Commento