Come e cosa fotografare nel bosco

2012-06-11
_MG_4012
Media voti utenti

(5 / 5)

5 5 3
Vota questo articolo

3 utenti hanno votato

Articoli correlati:
  • great_falls_startrails

    Come fotografare le stelle e la rotazione celeste

  • NMP869

    Come fotografare le cascate

  • IMG_2159_SP

    Come Fotografare ai Matrimoni

  • _MG_5267

    Come Scattare un Ritratto

  • Fuochi sul fiume

    Come fotografare i Fuochi d’Artificio


Quando percorriamo un sentiero in un bosco, dobbiamo smettere di concentrarci sui nostri passi e iniziare a guardarci intorno: solo così possiamo accorgerci di quante meraviglie si possono trovare tra i raggi di luce che passano attraverso la vegetazione.

Ispirazione

Avete notato come le cose appaiono molto diverse quando si cambia punto di vista? Lo stesso vale quando si scattano fotografie. Fare più scatti di una sola scena è un buon modo per non sbagliare e cogliere più punti di vista, con differenze anche minime: esperimenti con i primi piani, angolazioni differenti o le composizioni dello scatto. Abbassarsi e guardare il mondo dall’altezza dei funghi e dei lombrichi è un buon punto di partenza per scovare delle prospettive inaspettate. Da quaggiù le margherite diventano giganti e la luce viene filtrata naturalmente dalle foglie della vegetazione, evidenziandone così la texture.

Composizione

Mettere l’oggetto che stiamo fotografando in pieno centro non è sempre la chiave per una buona foto. La regola dei terzi è una tecnica famosa e davvero semplice ed efficace. Immaginate una scena suddivisione in tre parti orizzontalmente e verticalmente divisa in una griglia di nove sezioni. Quando si scatta una foto si deve cercare di posizionare l’oggetto principale, o un elemento naturale come l’orizzonte, lungo queste linee o presso i punti in cui le linee si incrociano. Utilizzare questa tecnica renderà le nostre foto più piacevoli per gli occhi.

Primi piani

Fotografare la fauna selvatica può essere difficile, ma garantisce risultati sorprendenti.

Ecco alcuni consigli:

Metodo

Step 1

modificare le impostazioni per 'macro' - questo è appositamente progettato per scattare foto ravvicinate.

Step 2

non stare troppo vicini, anche se può sembrare sciocco quando si sta cercando di ottenere un primo piano, ma avvicinarsi troppo a ciò che si sta fotografando può rendere difficoltosa la messa a fuoco

Step 3

disattivare il flash perché nella maggior parte delle situazioni il flash sarà troppo potente per i primi piani e lascerà la foto sovraesposta.

Step 4

utilizzare l'autoscatto per consente alla macchina fotografica di prendere automaticamente una foto dopo aver premuto il tasto; cosa particolarmente utile per mantenere la macchina fotografica stabile e priva di oscillazioni al momento dello scatto

Step 5

avere pazienza, perché potrebbe essere necessario sedersi con calma e aspettare per avere un incontro ravvicinato con la fauna selvatica

Periodi migliori della giornata

È possibile scattare foto di giorno o di notte, ma alcuni momenti della giornata risultano meglio di altri per alcuni tipi di foto. La mattina presto è il momento ottimo per scattare foto di: alba, rugiada mattutina, nebbia che incombe sui campi, ombre lunghe.

A metà della giornata e a metà mattina o al tardo pomeriggio sono meglio per:  paesaggi, nuvole, fauna, persone.

La sera è un grande momento per: tramonti, controluce. Il buio della notte è perfetto per effettuare esperimento su: falene notturne e fauna selvatica, come volpi e pipistrelli.

Commenti

Inserisci un Commento