Come fotografare il fuoco

2012-05-31
fiamma
Media voti utenti

(4.3 / 5)

4.3 5 6
Vota questo articolo

6 utenti hanno votato

Articoli correlati:
  • great_falls_startrails

    Come fotografare le stelle e la rotazione celeste

  • NMP869

    Come fotografare le cascate

  • IMG_2159_SP

    Come Fotografare ai Matrimoni

  • _MG_5267

    Come Scattare un Ritratto

  • Fuochi sul fiume

    Come fotografare i Fuochi d’Artificio


Il fuoco: elemento primordiale che da sempre, da quando è stato scoperto dall’uomo, assume una importanza fondamentale nella sua vita, accentrando a se molte attenzioni, comprese quelle dei fotografi, che lo hanno sempre ritenuto un elemento molto interessante da immortalare. Tuttavia il fuoco, per i fotografi, è una sorta di sfida: fotografarlo in maniera corretta è molto difficile e solo i più esperti ci riescono dopo diverse prove.

Metodo

Step 1

Uno dei problemi annosi per quanto riguarda la fotografia del fuoco è l'esposizione; il fuoco è una fonte luminosa, che quindi in fase di scatto assume un'importanza fondamentale; ma se si regola l'esposizione basandosi sul fuoco, gli altri elementi presenti nella fotografia risulteranno inevitabilmente sottoesposti ma se invece si regola l'esposizione sugli altri elementi della composizione, il fuoco assumerà tonalità troppo chiare, risultando sovraesposto e poco gradevole all'osservatore.

Step 2

Per riprendere correttamente il fuoco vanno rispettati i tempi di esposizione, che non devono mai superare l'1/60 per un semplice motivo: con tempi di posa superiori, i l fuoco assumerebbe contorni troppo morbidi e poco definiti, che lo renderebbero poco realistico e appetibile, senza l'impeto che lo contraddistingue nella realtà.

Step 3

E' raro riuscire a trovare un fuoco disponibile per scattare, solitamente i fotografi se lo creano in studio il fuoco, facendo attenzione a rispettare tutte le norme di sicurezza. Di norma si utilizzano le proprietà incendiarie dell'alcool: viene cosparsa con il liquido una zona circoscritta del pavimento, facendo attenzione a non lasciare vicino nessun elemento che potrebbe provocare incendi ingestibili.

Step 4

Solitamente vengono utilizzati sfondi neri, o comunque scuri, che esaltano la vividezza e la vivacità del fuoco, esaltandone i colori forti e caldi, che con sfondi chiari verrebbero spenti: questo perché il bianco riflette la luce, diventando esso stesso una fonte luminosa per certi versi, mentre il nero la assorbe lasciando il fuoco come elemento fonte di luminosità principale.

Step 5

Il fuoco, oltre ad essere una fonte di luminosità, è una fonte calore non indifferente: avvicinarsi eccessivamente all'elemento per scattare, oltre che creare disagi al fotografo, potrebbe causare danni piuttosto seri all'attrezzatura, sensibile al calore. Per questo motivo si consiglia di riprendere il fuoco a una distanza di almeno 5 metri, utilizzando obiettivi zoom se necessario.

Step 6

Anche il diaframma assume un'importanza notevole nello scatto alle fiamme: occorre tenerlo sempre il più aperto possibile, in modo tale da concentrare la nitidezza sul fuoco, lasciando che tutto il resto rimanga sfocato, perché non deve attirare l'attenzione dell'osservatore.

Step 7

Per quanto riguarda l'attrezzatura, oltre all'obiettivo zoom, è bene procurarsi anche un treppiede o un cavalletto e possibilmente anche un telecomando: per la massima resa del fuoco l'apparecchio fotografico deve essere lasciato completamente immobile, senza nessuna sollecitazione che possa interferire sullo scatto; per questo motivo il fotografo, una volta impostati tutti i parametri, deve evitare qualsiasi contatto con la macchina in fase di scatto.

Commenti

Inserisci un Commento