Foto seno

2012-06-20
foto_seno
Media voti utenti

(4.6 / 5)

4.6 5 9
Vota questo articolo

9 utenti hanno votato

Articoli correlati:
  • great_falls_startrails

    Come fotografare le stelle e la rotazione celeste

  • NMP869

    Come fotografare le cascate

  • IMG_2159_SP

    Come Fotografare ai Matrimoni

  • _MG_5267

    Come Scattare un Ritratto

  • Fuochi sul fiume

    Come fotografare i Fuochi d’Artificio


Il nudo artistico – foto seno – più specificamente la fotografia che ritrae il seno – rappresenta di sicuro una delle sfide maggiori per quanti si addentrano nel già complesso mondo dell’immagine su pellicola. Una pratica che rappresenta spesso una sfida anche per i professionisti e gli artisti del settore.
E’ molto facile rasentare in un attimo cattivo gusto e volgarità, dunque è bene seguire alcune regole compositive che possono aiutare a rendere uno scatto una piccola opera d’arte.

Come prima cosa è essenziale (ma questo discorso vale un po’ a livello generale) utilizzare sapientemente luci e ombre che mettano in risalto le forme nel modo giusto. Una foto piatta, senza profondità darà subito l’impressione di essere troppo cruda e di non essere stata prima “studiata” a dovere.
Il discorso vale soprattutto se si decide di fotografare affidandosi ad una pellicola (o ad un filtro digitale) in bianco e nero.

Altro dettaglio non trascurabile riguarda il modo in cui collocare la modella nello spazio.
Visto che parliamo soprattutto di come rendere un seno nudo non esiste una regola precisa, di certo sono da evitare primi piani limitati al solo viso o utilizzare una prospettiva troppo elevata che finirebbe inevitabilmente con l’annullare quelle forme che, invece, dovrebbero essere elemento cardine della nostra composizione.
Ottimo si rivela soprattutto l’utilizzo delle silhouette, dei profili eleganti che si creano in primis nella linea disegnata da questi tre “ingredienti”: seno, incavo schiena, glutei.

Non meno importante è la scelta delle caratteristiche del seno che si vuole fotografare.
La prosperità più o meno accentuata suggerisce diversi impieghi e diverse posizioni; in questo senso è sempre interessante puntare su un effetto a contrasto.
Un seno abbondante e dalle forme ben definite può essere lasciato intravedere parzialmente con giochi di luce o di movimento, mentre, per contro, un seno più contenuto può essere “esposto” nella sua totalità anche frontalmente evocando – perché no – riferimenti all’androginia delle forme del corpo umano.

Creata la vostra foto e ammesso che abbiate deciso di utilizzare una macchina digitale, si passa poi alla post-produzione, momento non meno importante che vi permette di aggiungere ed eventualemente ritoccare per mettere ancor più in risalto ciò che preferite.
Il programma migliore resta sempre Photoshop. E’ di sicuro quello che vi permette il maggiore margine d’intervento e la possibilità di manipolare radicalmente la vostra foto.

In ogni caso, la bravura e l’occhio si acquisiscono sempre con la pratica, quindi il primo e più importante consiglio è di provare e riprovare, individuando ogni volta i punti di forza e di debolezza del vostro lavoro.
Riuscire ad affidarvi poi ad una modella esperta o comunque non eccessivamente timida (scoprire il seno non è facile per molte, dunque meglio collaborare con delle professioniste se si può) rappresenta di sicuro un ottimo punto di partenza, assieme alla vostra creatività e al vostro intuito.

Buon divertimento!

Commenti

Inserisci un Commento