“La Foto-Arte” di Giovanni Benedettini

2012-09-24
Io al_di_la___delle_nuvole_by_giangix70-d5f4lao
Media voti utenti

(5 / 5)

5 5 3
Vota questo articolo

3 utenti hanno votato

Articoli correlati:
  • Pingdom-Speedtest

    Farsi conoscere nel mondo: SEO per fotografi

  • dw0403-6

    Come usare obiettivi grandangolari in modo efficace

  • Fotografo e modella: collaborazione TFCD

    Fotografo e modella: collaborazione TFCD o TFP

  • ballo sposi fotografo matrimonio Andrea Bagnasco

    Il fotografo di matrimonio, che senso ha?

  • ElisaGiorgett_PhotoEG_Winter_IMG_7311

    6 accorgimenti per fotografare meglio


Come tutti sapere diventarefotografo.com oltre al portale ha anche una pagina facebook (http://www.facebook.com/DiventareFotografo) con cui cerchiamo di interagire ulteriormente con tutti voi e in cui abbiamo avuto l’onore di pubblicare alcune vostre opere.

Giovanni è uno dei nostri amici di facebook (a dirla tutta siamo noi che non abbiamo potuto mancare di richiedergliela), la sua Foto-Arte è qualcosa che ci ha davvero stupiti e non abbiamo potuto fare a meno di richiedergli una biografia da poter pubblicare anche qui nel corso di fotografia.

LA BIOGRAFIA DI GIOVANNI BENEDETTINI

Mi chiamo Giovanni Benedettini e vivo a Roma.

 Ho 53 anni portati abbastanza bene malgrado il mio sovrappeso e il mio Acufene perennemente acceso all’orecchio sx.

Conduco una vita alquanto piatta e insignificante, immerso in un lavoro che poco amo, in una piccola attività’ commerciale a contatto con persone piatte e insignificanti che vanno a braccetto con la mia vita.

Ho una famiglia composta da moglie,figlia e cucciolo di cane, una casa di cui una piccola parte è mia e la fetta più grande ancora è della Banca, una vita sociale relegata a pochi amici e il mio orologio biologico è composto pressapoco da 18 ore sveglio e le rimanenti in sonni discontinui.

In poche righe spero di aver fatto un quadretto della mia persona, mi era stato detto di scrivere una piccola biografia, ma la mia dose di autostima e’ riuscita a scrivere solo questo anche perchè se continuasse sono costretto a sopprimerla !

Momentaneamente, la mia medicina per sopportare tutto questo, a parte lo xanax,

e’ il COLORE, LA LUCE, IL CHIAROSCURO.

Non sono un fotografo, tanto meno un pittore….mi riferisco un Artigiano del colore.

Chiedo in prestito scatti fotografici per poi rielaborarli in modo digitale, trasformandoli infine in  quadri o illustrazioni Artistiche sempre con il pieno e positivo consenso degli Autori.

Collaboro con alcuni fotografi conosciuti su Facebook, a cui si sono aggiunti altre persone che vedendo i miei lavori chiedono ‘Amicizia’ e a loro regalo un ritratto di una loro foto, ricevendo in cambio una bella gratitudine e molti complimenti…e questo per un attimo mi fa’ dimenticare la mia quotidianità che purtroppo con i miei pennelli non riesco a colorare come vorrei.

Utilizzo Photoshop , corel painter e alcuni software open source tipo Mypaint.

Sono sempre alla ricerca di nuovi pennelli, alcuni li modifico io….e quando vedo una foto che mi emoziona la chiedo in prestito spiegando loro il motivo.

Ho realizzato in 2 anni una discreta Gallery sul sito di DeviantArt dove potete trovare tutti i miei lavori, alcuni tratti da mie vecchie foto scannerizzate e poi rielaborate…ma tutte le ultima pagine sono collaborazioni, ovvero foto chiese in prestito dagli Autori stessi.

 Spero di essermi dipinto bene in queste poche righe, mi scuso se non ho seguito un filo puramente Biografico, ma e’ la prima volta che lo faccio.

Allego a questa mia ‘Simil/Biografia’ alcuni lavori puramente a scopo dimostrativo.

E’ con immenso piacere che accetto di far parte di questo Sito.

                                        Cordialmente Vi saluto Giovanni Benedettini

Come potere leggere, Giovanni ha tutti i tipici connotati degli artisti: introversi, umili e sempre critici nei propri confronti ma come potete vedere dalle sue opere presenti in questa pagina le sue sono tutt’altro che opere banali e facili da realizzare, la corretta fusione tra foto e quadro che ritroviamo nelle immagini di Giovanni vanno al di là dei semplici filtri di Photoshop e denotano, oltre a un’altissima padronanza dello strumento, anche il vero senso artistico che accomuna tutti gli artisti da sempre.

Ci sentiamo quindi di fare un grande imbocca al lupo a Giovanni per i suoi lavori sicuri che la sua Foto-Arte avrà grande successo, vi invitiamo per tanto a visitare la sua galleria digitale all’indirizzo:

 

E pubblichiamo sotto tutte le rimanti opere che Giovanni ci ha inoltrato!


 

Categoria: Tags:

Commenti

  1. scritto da Silvano il 24/09/2012

    Da fotografo non pittore, seguo e mi piace il colore, così come lo vedono i miei occhi e non elevato a potenza, poi la fotografia, la ritengo un mezzo espressivo ma che deve restare “reale” il più possibile, di fatto non amo molto la post produzione….ma la realtà… scordavo di anni ne ho 65, e fotografo dall’età di 9 anni. Cordiali saluti.

  2. scritto da Matteo La Porta il 24/09/2012

    Ciao Silvano, mi fa piacere questa tua osservazione!
    Ti invito però a questa riflessione, la post produzione viene anche chiamata camera bianca perché è oggi per il digitale quello che era la camera oscura per l’analogico.
    Anche all’epoca della camera oscura si realizzavano maschere per migliorare la stampa finale, certo le complessità erano superiori e i tempi di lavorazione molto più lunghi!
    Se un fotografo decide di scattare in formato RAW, è praticamente obbligato a passare lo scatto ad un programma di photo editing per lo sviluppo finale dello scatto; quando scatti in questo formato l’anteprima che puoi ammirare sul display della tua fotocamera è una veloce elaborazione fatta dalla macchina fotografica che equivarrebbe allo scatto se fosse stato fatto in JPEG ma, un volta portato il file sul PC, sta a te fotografo sistemare tutte le informazioni acquisite dal sensore e memorizzate nel file stesso per ottenere il risultato finale, proprio come si faceva in camera oscura quando si sviluppava il negativo e si sceglievano e dosavano gli acidi, la carta, ecc.
    Che oggi la post produzione consenta di creare prodotti surreali è verissimo e come te non sempre mi trovo d’accordo sul risultato finale, ma se è ben fatto non posso che darene atto al realizzatore.
    Nel caso specifico di Giovanni non si può più parlare di ne di foto ne di pittura, lui è indubbiamente un’artista moderno che sfrutta le nuove tecnologie per realizzare una nuova tipologia di opere d’arte, se hai la possibilità di lavorare con photoshop o con programmi analoghi ti invito a provare a realizzare un’opera come le sue partendo da una delle tue foto.
    La complessità e davvero elevata e quasi sempre si finisce con un risultato deludente indipendentemente dalle ottime conoscenze tecniche del programma utilizzato, la ragione…. non si è artisti!!
    Tanto è complesso catturare uno scorcio reale o realizzare un dipinto, tanto lo è creare immagini come quelle di Giovanni che non sono più post produzione ma veri e propri capolavori artistici “dipinti” con l’ausilio delle nuove tecnologie.
    Concludo sbilanciandomi a dire che trovo più artistica un opera come il maggiolone rosso che ho scelto come prima foto dell’articolo a molti quadri d’arte moderna di anche blasonati artisiti che, personalmente, di artistico mi comunicano molto poco.
    Cosa ne pensi?

Inserisci un Commento