Lezione 45 – Le Silhouette

2012-11-02
IMG_1465
Media voti utenti

(5 / 5)

5 5 13
Vota questo articolo

13 utenti hanno votato

Articoli correlati:
  • _MG_7919

    Lezione 46 – Come dare all’acqua un effetto setato

  • IMG_0058

    Lezione 44 – Il Mosso Fotografico

  • IMG_3573_4_5_6_fused

    Lezione 43 – Distanza Iperfocale

  • Abraham

    Lezione 42 – Perché ogni fotografo di paesaggi dovrebbe usare filtri (Sempre!)

  • tubi_di_prolunga

    Lezione 41 – Il Macro Mondo della Fotografia


Le Silhouette in fotografia vengono molto apprezzate, poiché i forti contrasti riscontrabili in queste immagini conferiscono un forte impatto visivo a questo genere di immagini.
Realizzare una silhouette di per sè non è molto complicato: per ottenere queste foto basta ritrarre il nostro soggetto contro sole o mantenendo alle sue spalle la sorgente luminosa.
Molti fotoamatori si ritrovano questo tipo di immagini involontariamente perché tentanto di riprendere il proprio soggetto in controluce ma si affidano all’esposimetro in modalità valutativa; in questo modo, se il soggetto non riempe l’inquadratura, l’esposimetro ci farà impostare una corretta esposizione per lo sfondo lasciando sottoesposto il nostro soggetto (per maggiori informazioni su come funziona l’esposimetro vedi la Lezione 36 – L’Esposimetro, a incidenza o a luce riflessa, l’importante è dominarlo! del nostro corso di fotografia).
Quando visualizziamo sul PC delle silhouette non volute, il risultato è quasi sempre lasciato al caso e più del 90% di questi scatti viene cestinato.

La tecnica delle ombre è però il modo migliore per ottenere immagini capaci di solleticare la fantasia di chi le guarda e uscire dai canonici schemi fotografici che vedono il soggetto sempre esposto correttamente, per realizzare foto uniche e irripetibili.
Prima di vedere quali impostazioni andare a modificare per realizzare al meglio questa tecnica, vediamo quali circostanze si possono dimostrare ottimali per spingerci ad utilizzarla.

Il primo fattore che dobbiamo prendere in considerazione è la luce. La qualità della luce è fondamentale per ottenere il colore di fondo che farà risaltare la nostra silhouette; il tramonto è senz’altro una delle situazioni più classiche, il sole basso all’ orizzonte può venire facilmente posizionato alle spalle del soggetto di cui vogliamo catturare i contorni e il colore del cielo in quest’ora prende tutte le sfumature tra il giallo e il rosso passando per l’arancione, tutti colori saturi  che trasmettono una sensazione di calore in chi guarderà le immagini.

Il tramonto, però, non è l’unica situazione in cui possiamo trovare le giuste condizioni di scatto. Anche le luci artificiali colorate, se sufficientemente potenti, possono consentirci di utilizzare con successo questa tecnica offrendo la possibilità di realizzare immagini davvero al di fuori di tutti gli schemi.
Un altra circostanza che ci può offrire ottimi spunti per delle fantastiche silhouette, ci vine offerta dalle fronde degli alberi; le sagome dei tronchi e dei rami, soprattutto nelle stagioni autunnali, possono creare un ottimo effetto.

Anche i paesaggi innevati si possono rivelare ottimi set per fotografie in toni alti con soggetti sotto esposti; la rifrazione della luce sulla neve, nelle giornate molto soleggiate, offre una delle sfide più difficili per gli esposimetri proprio perché i soggetti vengono circondati da una forte luce che li avvolge a 360°. In queste condizioni, quando si espone correttamente il nostro soggetto, lo sfondo risulta spesso sovraesposto e i cieli bianchi, in questo caso basterà sotto esporre proprio il cielo di 1/2 stop per poter ottenere soggetti sotto esposti e, anche se non si avranno delle vere e proprie silhouette, il risultato potrebbe comunque essere molto interessante.

Uno strumento che vi potrà ritornare molto utile per questo genere di fotografia è un filtro polarizzato che permetterà di far risaltare maggiormente i colori degli sfondi, fondamentali per la riuscita di questi scatti.

Per lavorare al meglio quando volete realizzare le silhouette vi conviene impostare l’esposimetro della macchina fotografica in modalità spot o nel caso in cui non disponiate di questa opzione utilizzate la modalità di lettura semi spotmedia a prevalenza centrale, in questo modo spostando il centro del mirino sulle differenti aree che comporranno la vostra inquadratura, potrete in questo modo leggere con sufficiente precisione i differenti valori d’esposizione di ciascuna di queste aree e infine determinare i corretti parametri di scatto da andare a impostare in modalità manuale M. In genere per queste foto solitamente non si sale oltre ISO 200.

Commenti

  1. scritto da turiddu il 02/11/2012

    Articolo interessante. Grazie.

  2. scritto da Marco Carletti il 05/11/2012

    Ottimo grazie matteo!

Inserisci un Commento