Scattare “alla cieca” per ritrarre meglio le azioni dei cani

2012-10-25
Darwinwithpuppy
Media voti utenti

(5 / 5)

5 5 4
Vota questo articolo

4 utenti hanno votato

Articoli correlati:
  • Pingdom-Speedtest

    Farsi conoscere nel mondo: SEO per fotografi

  • dw0403-6

    Come usare obiettivi grandangolari in modo efficace

  • Fotografo e modella: collaborazione TFCD

    Fotografo e modella: collaborazione TFCD o TFP

  • ballo sposi fotografo matrimonio Andrea Bagnasco

    Il fotografo di matrimonio, che senso ha?

  • ElisaGiorgett_PhotoEG_Winter_IMG_7311

    6 accorgimenti per fotografare meglio


Una delle nostre tecniche preferite per fotografare i nostri amici cani è quella che noi chiamiamo “scatto alla cieca” (o, come dice impropriamente Darwin: “andiamo cagnolino segui la salsiccia viennese!”).

La foto sottostante mostra Darwin insieme al cucciolo Shiba Inu che si stanno preparando per gli scatti. In primo luogo, dovete impostare la fotocamera su auto-focus e scegliere un obiettivo grandangolare oppure ad ampia lunghezza focale. Tenete la fotocamera in basso, vicino al cane e fate qualche rapido passo indietro, tenendo in mostra un po’ di “salsiccia viennese” con l’altra mano.

Non appena il cucciolo inizia a giocare a questo intrigante gioco con voi, in modo casuale, premete il pulsante di scatto dell’otturatore mentre vi spostate all’indietro. Ovviamente cercate di fare tutto questo senza cadere e farvi male! Certo si otterranno un sacco di foto scadenti (e qualche livido), ma in quasi tutti i tentativi che farete otterrete almeno uno scatto vincente e un sacco di risate!

©Samantha Chrysanthou -Darwin che si prepara ad utilizzare la tecnica dello “scatto alla cieca”

Ecco il migliore dei risultati degli scatti ottenuti da Darwin con Shiba Inu:

©Darwin Wiggett – Canon 24-70mm lenti da 38mm, 1/640s a f5, ISO 400

Se volete provare questa tecnica con il vostro cane, vi consigliamo di seguire questi passi:

 

Metodo

Step 1

Noi preferiamo giornate nuvolose per questa tecnica, perché la luce è più uniforme e i dettagli del cane verranno immortalati splendidamente sul sensore della fotocamera. Se invece scattate in giornate soleggiate fate in modo che il cane sia il più possibile illuminato.

Step 2

Prendete un obiettivo zoom grandangolare. Su una fotocamera full frame per esempio un 35 mm è la lunghezza focale ideale da utilizzare (su fotocamere con sensore "cropped" provate un 24 mm).

Step 3

Impostate la fotocamera in modalità "priorità diaframma" e in genere scegliete un diaframma tra f5.6 e f8.0 per avere una profondità di campo decente e coprire i lievi errori di messa a fuoco.

Step 4

Per giornate nuvolose impostate le ISO a 400, questo ci permetterà una velocità di scatto decente (1/250s o superiore), con apertura tra f5.6 e f8.0.

Step 5

Impostare la fotocamera su autofocus "predittivo" o di "monitoraggio" (date un occhio al manuale di istruzioni della fotocamera, se non sapete come si fa) ed essere sicuri di avere tutti i punti di messa a fuoco automatica attivi, poiché non saprete esattamente quale sarà l'inquadratura; con tutti i punti attivi, è probabile che una buona parte dei punti di messa a fuoco si focalizzi su qualche parte del cane.

Step 6

Impostate la fotocamera su "scatti ad alta velocità".

Step 7

Coprite l'oculare del mirino con un pezzo di nastro adesivo scuro oppure un panno, in modo che la misurazione della fotocamera non si lasci ingannare da una luce forte che potrebbe filtrare attraverso il mirino.

Step 8

Scegliete una ambiente spazioso e senza troppi ostacoli (come alberi, rocce o autostrade) per poter correre liberamente.

Step 9

Chiamate il cane e dategli un pezzo di salsiccia viennese.

Step 10

Abbassate la fotocamera all'altezza degli occhi del cane, sempre tenendo in mano un pezzo di salsiccia al di sopra della fotocamera, chiamate il cane per nome e fatevi inseguire, correndo all'indietro (qui si parla di multitasking!).

Step 11

Scatta una serie di foto fino a che la memoria della fotocamera si esaurisce o cadete verso il basso ed il cane vi salta addosso!

Step 12

Smettete di ridere, riprendere fiato, premiate il cane con un pezzo di salsiccia e poi rivedete le immagini. Se ne avete anche solo una buona al primo tentativo siete fortunati! Se invece non avete nulla di buono, regolatevi di conseguenza rispetto ai problemi che riscontrate nelle foto che avete appena fatto (maggiore/minore velocità di scatto, inquadratura differente, sfondo differente, ecc) e riprovate.

Step 13

Penso che le inquadrature insolite e le espressioni sui volti interessati dei cani creeranno immagini dinamiche e divertenti. E poi... non si può davvero fare a meno di divertirsi!

Ecco qualche altra foto che abbiamo catturato utilizzando questa tecnica:

24-70mm lenti da 28mm, 1/400s a f6.3, ISO 800

24-70mm lenti da 34mm, 1/500s a f6.3, ISO 400

24-70mm lenti da 40mm, 1/200s a f4, ISO 400

24-70mm lenti da 39mm, 1/100s a f5.6, ISO 400

24-70mm lenti da 34mm, 1/640s a f5, ISO 100

Canon 24-70mm a 42mm, 1/640s a f4.5, ISO 400

24-70mm lenti da 35mm, 1/800s a f7.1, ISO 400

24-70mm lenti da 32mm, 1/400s a f4, ISO 400

 

Per maggiori informazioni: www.oopoomoo.com

Commenti

  1. scritto da giuseppe il 28/10/2012

    scatto alla cieca non è un genere da me mai preso in considerazione,poichè arrivando da una scuola pubblicitariapunto sempre su pochi scatti studiati appositamente in funzione dello scopo, quindi essenziali (pochi ma buoni, come si suol dire), ma visto i tuoi risultati mi sono ricreduto e mi sa che ci proverò anch’io. Grazie, aggiornami su altre iniziative

  2. scritto da Matteo La Porta il 28/10/2012

    Il vero segreto e conoscere molto bene l’obbiettivo con cui stai scattando in modo da sapere, in base alla lunghezza focale, a quale distanza mantenersi dal soggetto (in questo caso il tuo amico a 4 zampe).
    Un’altro trucco che ti può aiutare parecchio per mantenute a fuoco il soggetto, è disabilitare l’AF dal pulsante di scatto e impostare uno dei pulsanti sul dorso della reflex per svolgere questo compito; su Canon esiste proprio un pulsante AF o nel caso si stia lavorando con una EOS di fascia bassa si può utilizzare in sostituzione il pulsante *, non tutte le fotocamere permettono questo settaggio, sopratutto le più vecchie.

Inserisci un Commento